Condividi

Summer

  • Proiezione 07 febbraio 2019
  • Regia Kirill Serebrennikov
  • Durata 2h 06min
  • Origine Russia, Francia, 2018

Orari: 16.30 - 19.00 - 21.30 - Cinema Kappadue, Via Antonio Rosmini 1

Viktor incontra la prima volta Mike e Natasha, un giorno d'estate ("leto" in russo). Mike ha già una discreta notorietà come cantante e una passione messianica per la musica rock - Beatles, Iggy Pop, Blondy, Lou Reed, Bowie- che la Russia sovietica cerca di tenere fuori dalla porta. Viktor è meno solare, molto espressivo, già post punk. Mike ne riconosce il talento, trova un nome per la sua band, Garin i giperboloidy, e lo aiuta a registrare e far conoscere la sua musica. Ma il fascino di Viktor colpisce anche Natasha, moglie di Mike e madre di suo figlio. Un periodo e un'aria cui oggi Serebrennikov guarda con nostalgia, e tanto basterebbe per esaurire l'argomento politico del film (finanziato interamente con fondi privati, non governativi, grazie ad una coproduzione francorussa). Un bianco e nero nouvelle vague e un'interprete che assomiglia ad una giovanissima Anna Karina rendono la temperatura della giovinezza, dell'amicizia e della libertà, propria di un'età, breve e irripetibile, e anche di un'età del cinema, mentre una serie di interventi grafici, di graffi e animazioni pop, punteggiando il film di sequenze-videoclip, di cui non si manca però di sottolineare la natura immaginaria ("questo non è mai successo"). Il triangolo amoroso, composto, oltre che da Irina Starshenbaum, dal cantante Roma Zver e dall'attore tedesco-coreano Teo Yoo, è disteso lungo l'intera durata (non breve) del film, eppure leggero, appena accennato, utile a fornire uno scheletro sentimentale ad un'opera che ha per titolo una stagione e dunque per oggetto una partecipazione collettiva, e nella quale la musica, quella di Coj e quella che ha fatto la storia del rock, ha un ruolo di primo piano.

t.o. Leto – regia: Kirill Serebrennikov – sceneggiatura: Mikhail Idov, Lily Idova, Kirill Serebrennikov – fotografia: Vladislav Opelyants – montaggio: Yuriy Karikh – scenografia: Andrey Ponkratov – costumi: Tatyana Dolmatovskaya – musiche: Roman Bilyk – interpreti: Teo Yoo (Viktor Coj), Irina Starshenbaum (Natasha Naumenko), Roman Bilyk (Mike Naumenko), Filipp Avdeev (Leonid), Aleksandr Kuznetsov (Scettico), Yuliya Aug (Tatiana Ivanova), Seymon Serzin (Nikolaj Mikhailov), Nikita Efremov (Bob), Andrey Khodorchenkov (Artemy Troitsky), Julia Loboda (Mariana) – produzione: Hype Film, KinoVista, Centre National de la Cinématographie, Charade – Russia, Francia, 2018 – 2h 6’ – v.o. sottotitolata in italiano