Condividi

Dilili a Parigi

  • Proiezione 16 maggio 2019
  • Regia Michel Ocelot
  • Durata 1h35min
  • Origine Francia, Belgio, 2018

Cinema Kappadue (Via Antonio Rosmini, 1) - ore 16.30 - 19.00 - 21.30

Nella Parigi della Belle Époque, da Montmartre alla Tour Eiffel, dal Moulin Rouge all’Opéra, ogni angolo era occupato da artisti, scienziati, scrittori, architetti, musicisti. O almeno così ci immaginiamo la capitale francese in quegli anni meravigliosi. Non capita spesso di entrare in un Irish Bar e sentire Erik Satie suonare il piano, mentre Chocolate improvvisa una coreografia, e ai tavoli sono seduti registi, intellettuali, poeti. Nel piccolo gioiello animato Dilili à Paris, succede questo e altro. Ocelot orchestra un vertiginoso Grand Tour visivo, attraversando il cuore pulsante di una cultura fertile e vorticosa: se un cane rabbioso ti morde si va da Louis Pasteur a farsi vaccinare. Per progettare la struttura di un dirigibile si chiede a Gustave Eiffel, abita a due passi, proprio in cima alla torre. Se stai cercando qualcuno al Moulin Rouge, chiedi a Henri de Toulouse-Lautrec. Ma ci sono anche Monet e Renoir, Marcel Proust e Marie Curie, Rodin, Sara Bernhardt e Picasso, a nominarne solo alcuni.

t.o. Dilili à Paris – regia: Michel Ocelot – sceneggiatura: Michel Ocelot – art department: Emilie Almaida – montaggio: Patrick Ducruet – animation department: Yves-Marie Beaufrand, Joris Chapelin, Emmanuel Chapon, Julien Duroure, Benoit Guillou, Florian Sauzet – voci: Prunelle Charles-Ambron (Dilili), Enzo Ratsito (Orel), Natalie Dessay (Emma Calvé), Elisabeth Duda (Marie Curie), Olivier Voisin (Erik Satie) – produzione: Nord-Ouest Productions, Studio O, Arte France Cinéma – Francia, Belgio, 2018 – 1h 35’ – v.o. sottotitolata in italiano