Condividi

ODESA STEP BY STEP #04

  • Data di pubblicazione 23 luglio 2017
  • Autore Maurizio Benedetti
  • Categoria Attualità

My happy family

Nana Ekvtimishvili & Simon Gross / Georgia, Germania, Francia / 2017 / 120'

 

Convivenza difficile per Manana con un marito distratto, un figlio dipendente dal computer, una figlia maritata, una madre petulante, un vecchio padre silenzioso.

Non sappiamo cosa precisamente la turbi. Non ha voglia di festeggiare il suo compleanno, ma il marito invita parenti e amici, che rimangono fino a tardi, si ubriacano, cantano.

Seguono discussioni interminabili, ripetitive, estenuanti con i parenti, che tentano di convincere Manana a non lasciare la casa per andare a vivere da sola. Ma lei ci va.

La vediamo, in tempo reale, mentre pianta in vaso dei pomodori. Rinascerà con loro a nuova vita?

Seguono altre riunioni plenarie.

Per il nonno, colpito accidentalmente alla testa durante una lite tra la nipote e il marito. Muto fino ad ora, il nonno minimizza: – Sono sopravvissuto al comunismo, alle guerre, alle incursioni del KGB: non sarà questo ad ammazzarmi [risata fragorosa e applauso del pubblico].

Per il figlio, che ha messo incinta la giovanissima, e non molto educata, fidanzata: la sposerà.

 

Si canta in tutte le occasioni: compleanni e rimpatriate tra ex compagni di università. Ma non si tratta di improvvisazioni, come nel nostro cinema, che massacrano il pezzo originale. No, qui si "improvvisano" cori a più voci, canto e controcanto (che richiederebbero ore ed ore di prove: ma, si sa, è un film...).

E sarà costretta a cantare, accompagnandosi alla chitarra, la sempre più triste Manana, cui le amiche hanno appena rivelato un segreto sul marito.

Troppo, secondo me: un dramma familiare – più d'uno in realtà – non può essere trattato con il genere commedia musicale.

Ma prima di giudicare dovremmo farci una cultura sulla filmografia georgiana, alla ricerca di un genere cui probabilmente questo film rende omaggio.

Attori quasi tutti bravissimi.

 

Segnalo una recensione professionale, ben più articolata di queste mie impressioni.