FUORI DI SE'

Mercoledì 4 aprile alle ore 17, presso la Società Letteraria in piazzetta Scalette Rubiani 1, Università di Verona, in collaborazione con Limen e Circolo del Cinema, presenta il libro Fuori di sé. Identità fluide nel cinema contemporaneo di Leonardo Gandini (Bulzoni Editore).
“Il cinema contemporaneo sta uscendo di sé. Non soltanto in virtù della moltiplicazione delle possibilità di visione, ma anche in ragione di un processo di fluidificazione della narrazione e dei personaggi. In un’epoca nella quale il concetto di identità si fa ogni giorno più problematico e complesso, è necessario pensare alla fluidità narrativa di certi film come ad un monito e ad un suggerimento rivolti allo spettatore. Per sollecitarlo a pensare in modo plurale, a guardare il mondo in termini di possibilità e non di necessità, a vedere nell’alterità uno stadio dell’identità, non la sua antitesi.”
L’autore, professore associato dell’Università di Modena e Reggio Emilia, dialoga con Nicola Pasqualicchio e Alberto Scandola dell’Università di Verona. Durante l’incontro saranno proiettati spezzoni dal film Identità di James Mangold (2003).


LA FEBBRE DELL'ORO

Venerdì 16 febbraio alle 20.30, il Teatro Ristori presenta per la prima volta la formula del cine-concerto: uno spettacolo unico e emozionante. Questo imperdibile evento prevede la proiezione integrale di un grande capolavoro dell’arte cinematografica di tutti tempi: La febbre dell'oro di Charlie Chaplin, con le musiche eseguite dal vivo, in sincrono con le immagini, da una grande orchestra sinfonica. Protagonisti saranno: Timothy Brock, direttore americano massimo esperto al mondo nel campo della musica per film e i Virtuosi Italiani.

Il costo del biglietto, per i soci del Circolo del Cinema di Verona in convenzione, è di € 10

L'iniziativa è organizzata dal Teatro Ristori in collaborazione con la Cineteca di Bologna, l'Association Chaplin di Parigi e il Circolo del Cinema di Verona.


*** MANCA QUALCOSA? ***

Per chi ha bisogno di buon cinema per vivere meglio: le iscrizioni al Circolo del Cinema sono sempre aperte – da marzo a quota ridotta

I film più belli di ieri e di oggi