1938 – DIVERSI

Un film di Giorgio Treves al Cinema Teatro Aurora

Martedì 26 marzo alle ore 21 presso il Cinema Teatro Aurora [via Fracastoro 17] // INGRESSO LIBERO SINO A ESAURIMENTO POSTI.

1938 – 2018: ottant’anni dalla promulgazione delle Leggi Razziali Fasciste. Ottant’anni fa il popolo italiano, che non era tradizionalmente antisemita, fu spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione di una minoranza che viveva pacificamente in Italia da secoli. 1938 Diversi vuole raccontare cosa comportò per gli ebrei italiani l’attuazione di quelle leggi, e come la popolazione ebraica e quella non ebraica vissero il razzismo e la persecuzione.
«Nel maggio 1940 per sfuggire alle leggi razziali fasciste i miei genitori riuscirono a lasciare Torino e l’Italia e a imbarcarsi sull’ultima nave passeggeri che andava in America. Il film nasce dunque da un profondo bisogno di sapere, di capire e di far conoscere. Anche perché quegli eventi, seppur in modi diversi, tornano a ripetersi e a minacciare il nostro futuro. La voce ufficiale della “grande storia” si intreccia alla “microstoria” dei racconti personali di testimoni che hanno vinto blocchi emotivi per raccontare le loro esperienze e i loro ricordi. Ricorrendo all’animazione, all’efficacia degli effetti digitali e alla sensibilità di noti attori che leggono le fredde disposizioni amministrative, i deliranti proclami e le strazianti pagine di diari ed epistolari, vogliamo che le parole diventino anche “immagine” ed emozione per toccare la sensibilità dello spettatore e fargli superare pregiudizi e indifferenza». Giorgio Treves

IL REGISTA GIORGIO TREVES INCONTRERÀ IL PUBBLICO AL TERMINE DELLA PROIEZIONE. La serata sarà moderata dallo storico Carlo Saletti e dal critico Francesco Lughezzani.

La proiezione del documentario è organizzata dal Circolo del Cinema in collaborazione con Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea, ANPI Verona, Diritti per le nostre strade e con il patrocinio di Anppia Nazionale e Comunità Ebraica di Verona.